Fondi Pensione Oggi

Il sistema previdenziale italiano vanta sicuramente radici profonde, specialmente se si pensa che la Cassa Nazionale di Previdenza (precursore dell’INPS) fu fondata nel 1898.

Nel corso dei lustri la previdenza pubblica si è sviluppata fino ad essere parte integrante della nostra cultura e pianificazione finanziaria. Se fino agli anni ’40 si è assistito ad un’evoluzione organica del sistema previdenziale pubblico, fra gli anni ’50 ed ’80 si sono verificati dei cambiamenti epocali (inversione demografica e politiche particolarmente favorevoli agli aderenti) i quali hanno creato un composto esplosivo per le casse dell’INPS.

Dagli anni ’90 fino ad oggi sono susseguite una serie di riforme atte a risanare le sorti del sistema previdenziale pubblico anche se – ahimè! – alle spese degli attuali contribuenti, specialmente i più giovani.

Al sistema previdenziale pubblico (c.d. Pilastro I) si è quindi affiancata la previdenza complementare (Pilastri II e III) la quale sta diventando sempre più rilevante ed imprescindibile se si vuole accumulare una pensione sufficiente per garantirsi serenità e sicurezza finanziaria, una volta raggiunta l’età pensionabile.

Scegliere un Fondo Pensione complementare è un compito importante e complesso, da valutare adeguatamente in base all’industria in cui si opera ed alle aspettative di stile di vita che si vuole conseguire. Analizziamo come.

Scarica presentazione: Fondi Pensione Oggi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *